CIPRIA

CIPRIA

1941: l'Italia fascista precipitava nella guerra, ma le donne si affannavano per partecipare ad un concorso e raccontare la loro vita per farne un film. Nel 1941 l'imprenditore Giuseppe Visconti di Modrone chiese ad un celebre pubblicitario, Dino Villari (poi ideatore di quello che sarebbe diventato il concorso Miss Italia), di concepire una campagna per una nuova cipria prodotta dalla sua azienda. Villari ingaggiò lo sceneggiatore Cesare Zavattini, e insieme lanciarono il concorso "I film della vostra vita", cui le italiane avrebbero potuto partecipare raccontando la loro vera storia, magari puntando su "un vicenda romanzesca, un episodio curioso o interessante". Le storie più belle sarebbero state pubblicate e radiosceneggiate, e la migliore sarebbe diventata addirittura un film. In giuria c'erano i registi Luchino Visconti e Vittorio De Sica, la scrittrice italo-cubana Alba De Cespedes e lo stesso Zavattini. Tre furono le vincitrici, ma le loro storie non videro mai la luce, spazzate via dalla guerra.


Metodi di pagamento accettati:

Carte di credito