IL PITTORE DI CADAVERI

IL PITTORE DI CADAVERI

Edward Vitavich è un artista apprezzato, già tormentato da una dipendenza da alcol e farmaci, che viene arrestato mentre tenta di trafugare le spoglie del padre per farne parte integrante di un’opera d’arte. Liberato su cauzione, in crisi artistica ed esistenziale, gli giunge inaspettata la proposta di un ricco committente: realizzare il ritratto di sua moglie. Vitavich accetta a malincuore l’incarico, e Teresa, la donna del ritratto, arriva immobile in una cassa, senza vita. Edward dovra’ idratarla, vestirla e agghindarla affinché recuperi le fattezze impresse nei ricordi del marito. Affacciata alla soglia di una porta, immobile nella penombra, ossessionerà l’artista e i suoi sogni, sino al momento in cui prenderà parola. La donna e' restia a farsi ritrarre, e i due stringono un patto: per ogni sua richiesta assecondata, lei gli donerà un colore. Componendo la tavolozza del pittore, Teresa restituirà all’artista quanto a lei è stato negato: la libertà, la speranza, la fiducia di poter generare un’altra vita.

Nei palchi i posti rappresentati in verde scuro e con la dicitura "SG" indicano un "posto sgabello"

Metodi di pagamento accettati:

Carte di credito

Nessuna programmazione disponibile!